Ricordati di ricordare.

Cosa, decidilo tu.

Hey,

questa è la quarta puntata di FAT ANT. Se non sai di cosa parlo, parti dalle basi. Se invece sei tra quelli che si sono iscritti durante la settimana: grazie! Iniziamo ad essere tanti. 🤟🏻

Non so te ma io ho perso il conto delle fasi che sto vivendo. In attesa di traslocare però mi sono spostato a casa dei miei (sa signora mia, c’è il giardino, il mare… insomma quella roba lì) e ogni volta che torno qui finisco per spolverare vecchi angoli della mia memoria.

Quindi se in questa puntata leggerai tante volte la parola ricordi, ora sai perché.


😢 - Non tutti i ricordi sono uguali. Quando ho visto per la prima volta questo spot di Google mi sono commosso. Bello il claim “The web is what you make of it” (che dopo 9 anni meriterebbe un paragrafo tutto suo) e ancora più bella l’idea di stravolgere l’utilizzo di una semplice casella mail. Chissà se rivaluteremo anche le note vocali di Whatsapp, che rispetto a video e foto non hanno filtri. Come quei vecchi filmini delle vacanze in cui si riprendeva tutto, anche troppo. Quel troppo che quando lo rivedi è sempre troppo poco.


🦁 - Ricordo di aver visto lo spot Google durante il Cannes Lions, il festival più importante della creatività che quest’anno ovviamente è stato annullato. Niente aperitivi al Martinez, selfie con Kanye West o crowd surfing con Puff Daddy. I seminari interessanti invece sì, puoi vederli in diretta e on demand fino a questa sera su Lions Live. Il rosé non c’è, ma it’s free. Imbucati.


😍 - Torniamo alla categoria figli e ricordi. Uno degli argomenti ricorrenti di questo lockdown è stato lo smart working e una delle cose più belle che ho letto l’ha scritta Cecilia per sua figlia. Parla di creatività e di vita, perché nella sua, Cecilia, oltre ad essere una mamma dolcissima è anche una creativa molto brava. Qui trovi alcuni dei suoi lavori più belli.


✈️ - Ora concentrati sui ricordi che verranno. Se quest’estate non sai ancora cosa fare, puoi tralasciare i consigli di EasyJet e puntare qualcosa di più credibile, come Italy Segreta (@italysegreta). Un profilo IG dedicato all’estetica mediterranea, che tra le storie in evidenza ha delle piccole guide tematiche su diverse regioni della Penisola. Mentre tu ti perdi tra i loro post, io vado a prendere il costume.


✏️ - Se invece hai troppe cose da ricordare forse è il caso di scaricare Things o Todoist. Sono app per il task management (no, dai, non fare così) e se gli dai un’opportunità vera ti cambiano la vita. Questo articolo ti spiega quale delle due potrebbe fare al caso tuo. Io ho scelto Things, la uso da qualche anno e non posso più farne a meno. Butta l’agenda di carta, poi mi dici.


Ora però non fare che ti dimentichi le cose importanti: se non l’hai ancora fatto iscriviti, che poi non ci vediamo più. Controlla se FAT ANT finisce in spam o in qualche altra cartella triste e spostala nella cartella in arrivo. Metti un ❤️ qui sotto e condividi, che stiamo diventando tanti ma lo spazio non manca mai. Come i ricordi.

👋🏻👋🏻👋🏻